seguici su
Torino, Domenica 20 Agosto 2017
Percorso: Home | Eventi | Consigli per una Gita: Biella tra natura e storia
Consigli per una Gita: Biella tra natura e storia
Condividi su Facebook
Consigli per una Gita: Biella tra natura e storia
Alla scoperta di Biella e dintorni tra bellezze naturali e la storia: la cittā, il Santuario d'Oropa, il Parco della Burcina e il Ricetto di Candelo.

A 72 chilometri da Torino e 100 da Milano, Biella e i suoi dintorni offrono ottimi spunti per una gita tra pianura, collina e montagna.
INFO EVENTO
Prov. di Biella
dal 01/06/2013 al 31/12/2020

Biella (BI)
Candelo (BI)
Pollone (BI)


Altri eventi di questo tipo nella categoria:
Tour e visite
Dal sapore fine e delicato, il formaggio Raschera è uno dei DOP piemontesi. A seconda del luogo di produzione è denominato Raschera di alpeggio o semplicemente Raschera.
Continua qui >>
Dal 1959 Giovando Gioielli lavora a Torino con i grandi nomi dell'orologeria, della gioielleria e dell'argenteria. Adesso grazie al sito e-commerce i suoi preziosi articoli vendono spediti in tutta l'Italia. Continua qui >>
Consigli per una Gita: Biella tra natura e storia

A 72 chilometri da Torino e 100 da Milano, Biella e i suoi dintorni offrono ottimi spunti per una gita.
L'itinerario proposto si snoda nei comuni di Biella, Candelo (BI) e Pollone (BI) e può essere anche suddiviso in più tour a seconda del clima e delle stagioni.

Biella Città

Biella,  situata ai piedi delle Alpi Biellesi, ha origini medioevali, infatti il nome della città compare per la prima volta in un documento dell' 826, con il quale gli imperatori del Sacro Romano Impero Ludovico il Pio e Lotario donano la "Corte di Biella" al loro messo, conte Bosone. Dominata dai vescovi di Vercelli, nel 1379 passò ai Savoia. Nel corso dell'Ottocento Biella conobbe un grande sviluppo urbanistico e industriale, divenendo nota per le sue industrie tessili.

La città si suddivide in Biella Piazzo, borgo medievale che ne costituisce la parte alta, e Biella Piano, ovvero la parte più moderna che è situata nella parte altimetricamente più bassa.

Le due zone sono collegate tra loro da una suggestiva e panoramica Funicolare che venne inaugurata  il 6 dicembre 1885.

Il Borgo del Piazzo con la bella Piazza Cisterna, con l'omonimo Palazzo e i portici, decorati con fasce di cotto e capitelli di pietra, è tuttora il cuore storico di Biella. Le origini del borgo risalgono a quando nel 1160 il Vescovo di Vercelli, Uguccione, per impedire la separazione dei Biellesi dal dominio vercellese e per crearsi un sicuro rifugio durante le lotte tra fazioni Guelfe e Ghibelline, concede a chi vorrà abitare la collina del Piazzo gli importanti privilegi del mercato, del macello e della giurisdizione.

La città piana, molto più estesa  e moderna della città alta, ha anch'essa una sua parte più antica all'interno della quale si trovano la Basilica ed il Chiostro di San Sebastiano, splendido esempio di architettura rinascimentale riccamente affrescato all'interno, e la barocca Chiesa della SS.Trinità, posta lungo l'animata Via Italia a pochi passi dal Battistero.
Il Battistero, dedicato a San Giovanni Battista, fu edificato su un sepolcreto romano all´inizio dell´XI secolo e rimane assieme  al campanile dell'antica chiesa di S. Stefano l'unica testimonianza del periodo in cui la città fu dominata da Alemanni, Longobardi e Franchi.

Sempre a Biella Piano, consigliamo di visitare il Museo del Territorio Biellese (in via Via Quintino Sella) che raccoglie testimonianze dell’intero territorio da Viverone al Lago della Vecchia, dalla Bessa al Monte Rubello. La visita al museo, collocato entro il chiostro addossato alla basilica di San Sebastiano, vi permette di compiere un viaggio nel tempo che parte dalla preistoria sino al Novecento.

Agli appassionati di archeologia industriale consigliamo di percorrere i quartieri che si sviluppano lungo il torrente Cervo dove si trovano imponenti testimonianze degli insediamenti industriali ottocenteschi.

Il Ricetto di Candelo (BI)

Portandoci fuori città, ma rimanendo sempre nella pianura troviamo il gioiello tardo-medievale rappresentato dai 13.000 mq del Ricetto di Candelo.
Il Ricetto, in splendide condizioni di conservazione, è un "unicum" del suo genere e dal 2002 fa parte del Club dei Borghi più belli d'Italia certificato dall'ANCI.

Il Ricetto di Candelo è una struttura fortificata cinta da mura difensive costruite con ciottoli di torrente posti in opera a "spina di pesce". Ai 4 angoli la difesa era garantita da quattro torri rotonde, inoltre il lato settentrionale delle mura era ulteriormente fortificato grazie ad una torre quadra da cortina.

Lo scopo per il quale il Ricetto di Candelo venne edificato era fondamentalmente di fornire protezione stabile alle cose più preziose della comunità, ossia i prodotti della terra: granaglie e vino soprattutto.

Oropa e il suo Sacro Monte

A 14 chilometri da Biella, in uno scenario incontaminato a 1200 metri di altezza, sorge il più importante Santuario mariano delle Alpi: il Santuario della Madonna Oropa.

Il luogo sacro è legato al culto della Madonna Nera, detta appunto Santa Vergine d'Oropa.

Il santuario comprende oltre ad un Sacro Monte, la chiesa originaria sorta sulla base di un antico sacello ed il santuario attuale vero e proprio dotato di diverse strutture destinate all'ospitalità di fedeli e turisti.

La tradizione popolare vuole che iniziatore del culto cristiano ad Oropa fosse Sant'Eusebio, Vescovo di Vercelli, nel IV sec. d.C.. Il Santo avrebbe recato con sè la statua di legno della Vergine, scolpita da San Luca, trovandola in Gerusalemme e portandola ad Oropa.

La costruzione di una vera e propria chiesa è documentata a partire dall'anno 1206. Da allora il Santuario si è espanso per ospitare i sempre più numerosi fedeli, fino a trovare l'imponente aspetto attuale.

Da visitare, all'interno del complesso santuariale, il Museo dei Tesori e l'Appartamento Reale, la raccolta degli ex-voto, il Sacro Monte e, su prenotazione, l'Osservatorio Meteorosismico e la Biblioteca. Da maggio a settembre è inoltre possibile visitare il Giardino Botanico, Oasi WWF che tutela e promuove la conoscenza della flora alpina ed organizza esposizioni ed attività didattiche.

Il Sacro Monte di Oropa, composto da dodici cappelle dedicate alla vita della Vergine e sette che raffigurano episodi di fede cristiana, nasce a partire dal 1617-1620, per iniziativa del frate cappuccino padre Fedele da San Germano.

Il complesso appartiene al sistema dei Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia divenuto nel 2003 parte del Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.

Oropa, oltre al Santuario e al suo Sacro Monte, rappresenta un ottimo punto di partenza per passeggiate, trekking, alpinismo, mountain bike, sci alpino e fondo. Dal santuario è possibile raggiungere il rifugio Savoia (quota 1900 m circa) e da qui, in pochi minuti, il Lago del Mucrone sul monte omonimo. Salendo ancora con una cabinovia si arriva alla cima del monte Camino, a circa 2.400 metri di altitudine. La sola Oropa può essere quindi metà di una Gita ad hoc.

Il Parco della Burcina

La Riserva naturale speciale del Parco Burcina - Felice Piacenza è un'area di circa 57 ettari ubicata  sull'omonimo "Brik Burcina", una dolce collina a ridosso delle Alpi Biellesi fra i comuni di Pollone (BI) e Biella.

Il parco, intitolato a Felice Piacenza, principale fautore dell'area verde e figlio di colui che ne acquistò per primo l'area nel 1850, ovvero Giovanni Piacenza, industriale del settore della lana, è interamente pedonalizzato (over 65 anni e disabili, possono accedere utilizzando il proprio automezzo, nei giorni di giovedì dalle ore 8:30 alle 18:00 e di sabato dalle ore 9:00 alle 11:00) e comprende anche specie esotiche inserite nella flora locale.

Venne allestito quale giardino paesistico secondo lo stile in voga in Inghilterra fin dal 1700.

Giovanni Piacenza mise a dimora le prime piante nella parte bassa del colle, tra cui le ormai gigantesche sequoie poste davanti al laghetto (1848) e costruì le prime infrastrutture (laghetti, sentieri, strade).

Il figlio Felice Piacenza non si avvalse di architetti nella composizione del paesaggio, ma ne fu lui stesso l'artefice. Continuò per più di cinquant'anni, con tanta esperienza ed entusiasmo, l'opera paterna: realizzò la conca dei rododendri, continuò il tracciamento di strade e sentieri, piantò tantissime specie esotiche, seguendo un progetto estremamente informale per soddisfare soprattutto esigenze paesaggistiche ed estetiche.

Oltre all'aspetto botanico è di particolare rilievo la composizione paesaggistica: un laghetto romantico, le aree prative contornate da boschi come in zona Valfenera, la faggeta del Pian Plà, il viale dei liriodendri, la valle dei rododendri, l'area mediterranea, le viste sulle montagne e sulla pianura che a centottanta gradi dal complesso collinare morenico della Serra di Ivrea fino alla pianura del biellese in direzione di Torino e del Canavese e delle risaie del vercellese.

La mappa dei luoghi citati


Visualizza Consigli per un Gita: Biella tra natura e storia in una mappa di dimensioni maggiori



Per la Vostra Pubblicità su Parallelo45 Tel.011.20.74.031
Ristoranti e Pizzerie
Cucina piemontese, mediterranea, cinese, messicana, giapponese, indiana?
Pizza al mattone, al padellino, farinata, focaccia di Recco?

Per trovare, a Torino e provincia, il ristorante o la pizzeria più adatti al vostro palato le Guide di Parallelo45 vi sarà d'aiuto.

I Musei
Dai piu' famosi, vere star a livello mondiale, come l'Egizio, il Museo Nazionale del Cinema, la Reggia di Venaria Reale, o il Museo dell'Automobile ai piu' curiosi e meno noti che sono delle piacevolissime scoperte.
La sezione Musei a Torino e in Piemonte vi consente di scoprire anche le nuove proposte del vasto settore museale piemontese.
Tour e Visite
Alla scoperta dei tesori culturali e artistici di Torino e del Piemonte, sia tramite eventi e tour a data fissa che con i Consigli per una Gita nel variegato territorio piemontese proposti direttamente dalla redazione di Parallelo45.
La sezione Tour e Visite a Torino e in Piemonte viene arricchita con proposte sempre nuove ed e' in costante aggiornamento.
Quick & Go
Torino e provincia per chi ha fretta
Le istituzioni
I trasporti
L'informazione locale
Meteo & ambiente
Dal 1959 Giovando Gioielli lavora a Torino con i grandi nomi dell'orologeria, della gioielleria e dell'argenteria. Adesso grazie al sito e-commerce i suoi preziosi articoli vendono spediti in tutta l'Italia. Continua qui >>
Fissore Ceramiche, grande azienda di Moncalieri (TO) che commercializza pavimenti e rivestimenti ceramici, sanitari e arredo bagno, ha ricevuto il premio di Confindustria Ceramica come miglior distributore 2013 Italia. Il riconoscimento anche grazie alla sua storia e al suo modo di operare con la clientela. Continua qui >>
Questa settimana


Tutti gli appuntamenti
Prenota Hotel a cura di Booking.com
Il servizio che Parallelo45 ha scelto per la prenotazione dei vostri hotel, a Torino e nel mondo, é gestito da Booking.com, una delle societá leader in Europa nel settore delle prenotazioni alberghiere via internet.

Destinazione

Dal
Al



© 2017 SI COMPANY - P.Iva 10583980015 | Per la tua pubblicitá e Informazioni Tel. 011.20.74.031 Cookie Policy Scrivi alla redazione